Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Neonato morto al San Giovanni, oggi il primo interrogatorio


Neonato morto al San Giovanni, oggi il primo interrogatorio
01/08/2012, 17:23

ROMA - È stata interrogata oggi Sabrina Palamides, medico dell’ospedale San Giovanni di Roma, in merito alla morte del piccolo Marcus De Vega dopo che, per uno scambio di flebo, gli è stato somministrato del latte per  via endovenosa. Nell’interrogatorio, durato circa due ore e condotto dal procuratore aggiunto Leonardo Frisani, Palmides ha dichiarato di non essere presente al momento del tragico errore ma di aver tentato di tutto per salvare il neonato. Ha inoltre aggiunto di non essere presente nemmeno al momento della morte del piccolo, avvenuta il 29 giugno scorso e di non aver mai avuto la possibilità di parlare con i genitori della vittima.

L’avvocato difensore Gaetano Scalise ha commentato “Alla luce di quanto rappresentato al pubblico ministero ritengo che possa arrivare una richiesta di archiviazione per la mia assistita”.

Per la vicenda sono indagate 20 persone tra cui 7 medici e 13 infermieri, che hanno lavorato nel reparto neonatale del San Giovanni tra il 27 e il 29 giugno scorso, i giorni in cui è stato ricoverato il piccolo Marcus, nato prematuramente. All’interrogatorio di oggi ne seguiranno altri nei prossimi giorni in cui saranno ascoltati gli altri indagati. Particolare attenzione si presterà tra qualche settimana quando sarà convocata l’infermiera ritenuta responsabile del fatale scambio.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©