Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'ex pm di Palermo sarà sostituto procuratore

Niente Sicilia, il Csm trasferisce Ingroia alla procura di Aosta

Negato l'ok per la presidenza di una società siciliana

Niente Sicilia, il Csm trasferisce Ingroia alla procura di Aosta
11/04/2013, 11:57

ROMA - Non ritornerà in Sicilia l'ex pm di Palermo Antonio Ingroia. La destinazione era e rimane quella di Aosta. Lo ha deciso il Consiglio superiore della magistratura. Dopo la batosta elettorale, Ingroia era stato destinato a ricoprire il ruolo di sostituto procuratore della Repubblica ad Aosta, l'unica circoscrizione in cui non era candidato il leader di Rivoluzione Civile. Ingroia aveva inviato al Csm una richiesta per essere ascoltato sulla questione del trasferimento ad Aosta. Il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta aveva anche offerto all'ex pm di Palermo l'incarico di presidente di 'Riscossione Sicilia spa', la società che riscuote le imposte per la Regione. Stop dal Csm, l'assemblea è passata direttamente alle votazioni. Con 19 voti a favore e 7 astenuti, il Consiglio superiore della magistratura decreta il trasferimento di Antonio Ingroia alla procura di Aosta come sostituto. "C'è un orientamento contrario a un ritorno della pratica in Commissione e a un'audizione in plenum" ha spiegato il vicepresidente del Csm, Michele Vietti. Negato, dunque, il via libera per il ritorno di Antonio Ingroia in Sicilia, caldeggiato dal governatore Crocetta.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©

Correlati

15/05/2013, 11:12

Ingroia ad Aosta