Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La scomparsa delle due quindicenni si è conclusa ieri sera

Niki e Fatima fanno ritorno a casa


Niki e Fatima fanno ritorno a casa
24/12/2010, 10:12

VERCELLI - Finalmente quella che già sembrava destinata a concludersi come una delle ennesime tragedie che stanno sconvolgendo l’Italia è finita ieri sera con un lieto fine.
Le due ragazze quindicenni di Vercelli , scomparse sabato sera sono tornate ieri in tarda serata , ed è stata proprio la Squadra Mobile della polizia di Vercelli, accompagnati dai genitori di Niki , Stefano e Roberta, che le hanno riaccompagnate a casa tra gli abbracci della famiglia.
Il luogo del ritrovamento , lo stesso dove è avvenuto il caldo incontro di Niki e Fatima con la famiglia è stata la stazione centrale di Milano.
I primi ad ascoltare le parole delle quindicenni sono stati gli agenti della Polfer di Milano , che le hanno sostenute fino all’arrivo della volante di Vercelli al binario 22 , dove le stesse ragazze hanno potuto cenare e riscaldarsi.
Notizia confortante quella che afferma che le supposizioni portate avanti sin dall’inizio dal capo di gabinetto Andrea Crucianelli erano vere. La fuga volontaria è stata accertata proprio dalle ragazze che hanno raccontato la versione dei fatti di questa vicenda che, per quanto breve, ha tenuto con il fiato sospeso tutta l’Italia insieme a Vercelli.
Il tour di Niki e Fatima inizia a Novara , passando per Milano e infine a Brescia , dove una sera , in un locale del posto le due giovani conoscono un ragazzo albanese di 18 anni e due amici. Una vera ragazzata la loro , infatti dopo aver trascorso la serata nel locale insieme ai ragazzi , verso le 3 decidono di uscire e di farsi accompagnare alla stazione. Data l’ora, riescono a farsi convincere dal ragazzo albanese a trascorrere la notte a casa sua a Lino. Passano tre giorni fino a quando probabilmente Fatima decide di connettersi a Facebook dal pc di Casa. Forse volevano salutare qualche amica , o semplicemente chattare ,fatto stà che il contatto viene subito agganciato dalla Postale di Vercelli.
Dopo poco le ragazze lasciano la casa e si dirigono verso Milano . I motivi che hanno spinte le quindicenni a fare ritorno verso casa non sono ancora del tutto chiari , come del resto anche la ricostruzione fino all’aggancio con il telefono di Niki. La giovane ,infatti , dopo aver riacceso il cellulare, riceve numerose chiamate da amiche e dalla madre e manda un messaggio nel quale scrive di stare bene e di voler solo tornare a casa. Da qui la fuga di Niki e Fatima può finalmente dirsi conclusa.


Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©