Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

NISCEMI, IL PADRE DI UN AGUZZINO: "NON PERDONATE MIO FIGLIO"


NISCEMI, IL PADRE DI UN AGUZZINO: 'NON PERDONATE MIO FIGLIO'
16/05/2008, 20:05

Perdono. Per sé, ma non per il figlio che ha confessato l’assurdo omicidio di Lorena Cultraro.

Chiede di essere perdonato il padre di uno dei ragazzi minorenni, autoaccusatisi del delitto della 14enne di Niscemi, provincia di Caltanissetta. Un ragazzina picchiata con calci e pugni, strangolata con un’antenna tv. Gettata in un pozzo come nei peggiori film dell'orrore.

Al TgRai Sicilia l'uomo, che non era inquadrato in volto, condanna senza mezzi termini il gesto del figlio: “Se è vero che lo ha fatto - dice - non lo perdono neppure io. Porgo ai genitori di Lorena le mie più sentite condoglianze e chiedo loro di perdonare me, non mio figlio. Ho vergogna persino di uscire da casa”.


Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©