Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Voleva diventare sacerdote, ma non era maturo

No all'ordinazione: diacono si suicida


No all'ordinazione: diacono si suicida
01/12/2010, 13:12

Scrive una lettera e si lancia dalle mura medievali di Orvieto. Un giovane diacono si è suicidato dopo aver saputo del diniego alla sua ordinazione a sacerdote.Non era maturo per diventare sacerdote” secondo la Santa Sede e il giovane non regge al verdetto. Prima di lanciarsi nel vuoto il giovane diacono ha lasciato una lettera in cui ha spiegato il perché del suo gesto. “Volevo diventare sacerdote e tutta la mia vita è stata dedicata a questo, ma mi è stato negato”.  Il ventinovenne svolgeva le funzioni di segretario del Vescovo, in attesa di ricevere l’ordinazione. E invece martedi sera arriva la nota: “L’ordinazione sacerdotale del diacono Luca Seidita prevista per il 7 dicembre prossimo, è stata sospesa e rimandata per diretto intervento della Santa Sede. Le ragioni saranno presto oggetto di chiarificazione e discernimento ecclesiale. Preghiamo perché don Luca si possa riprendere da questa grande prova.”
E invece il giovane diacono non si riprende e preferisce la morte all’attesa della realizzazione di un grande sogno.
 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©