Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Attaccato” cantiere a Chiomonte

No Tav, nuovi scontri nella notte

Capo della Digos colpito da bomba carta

No Tav,  nuovi scontri nella notte
22/07/2012, 10:04

TORINO - Di nuovo una notte di violenti tafferugli davanti al cantiere della Tav a Chiomonte (Torino), dove ieri sera intorno alle 22 e' rimasto ferito anche il capo della Digos di Torino, Giuseppe Petronzi, colpito da una bomba carta e tuttora ricoverato in ospedale dove i medici lo stanno sottoponendo ad una serie di esami.  Alcune centinaia di manifestanti no-Tav ha attaccato   le recinzioni del cantiere , tra i manifestanti c'era chi indossava maschere antigas e scudi. Altri, circa una sessantina di antagonisti, erano vestiti di nero, incappucciati e con scudi di plexiglass. Secondo la questura di Torino, gli attivisti hanno cercato di danneggiare le reti con cesoie ma non ci sono riusciti. E hanno lanciato petardi, bombe carta e bulloni contro le forze di polizia schierate a protezione del cantiere.   Una situazione ''non piu' tollerabile'' secondo il parlamentare Pd Stefano Esposito, da sempre molto attivo nella sua battaglia per il sì alla Tav. Sia lui sia il governatore del Piemonte, Roberto Cota, impegnato ieri sera in una festa della Lega Nord a Verbania (Torino), hanno subito manifestato la loro solidarieta' agli agenti coinvolti "nell'ennesimo atto di violenza" al cantiere Tav, in particolare al capo della Digos, colpito da una bomba carta e all'agente della Polizia stradale rimasto ferito. ''La Tav - ha aggiunto Cota - e' un pretesto per criminali che vogliono strumentalizzare questa situazione andando a manifestare in Val Susa per motivi che non hanno nulla a che fare con la Torino-Lione. Una situazione che bisogna smascherare''.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©