Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A uno dei due cameraman è stato rotto il setto nasale

No Tav: aggredita una troupe televisiva

Fini si complimenta col Comandante generale dei Carabinieri

No Tav: aggredita una troupe televisiva
29/02/2012, 15:02

Una rappresaglia per aver filmato un gesto scomodo. Nella cornice delle manifestazioni pacifiche No Tav, una trentina di ragazzi a volto coperto hanno circondato i due operatori della troupe televisiva di H24 che segue la protesta in Val di Susa per conto di Corriere Tv. E' accaduto stamattina nei pressi di Chianocco. Uno dei ragazzi ha dato una testata a un cameraman, provocandogli la frattura del setto nasale. Volevano punire la troupe per aver filmato ieri uno dei militanti No Tav che prendeva in giro un carabiniere, senza che quest'ultimo reagisse. Dopo aver colpito il cameraman, i ragazzi hanno minacciato la troupe con un coltello, si sono fatti consegnare le telecamere, le attrezzature tecniche e i telefoni cellulari, dopodiché hanno bucato le gomme dell'automobile. La notizia è stata data dallo stesso direttore di H24 Mauro Parissone. I giornalisti in Val di Susa si ritrovano davanti tranquilli manifestanti e dissidenti dell'ultima ora. Anche una troupe di Mediaset ha subito intimidazioni e un'altra reporter è stata minacciata con un cacciavite puntato alla gola.
Il presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini ha telefonato direttamente al Comandante generale dei Carabinieri Leonardo Gallitelli complimentandosi per "l'inappuntabile comportamento del carabiniere che ieri è stato ripetutamente provocato senza esito da un manifestante 'No Tav'. Un comportamento che conferma l'alto livello del personale delle forze dell'ordine". Il carabiniere protagonista del video non ha voluto fornire le sue generalità e ha risposto alle lodi del presidente della Camera, rivolgendosi al Comandante Gallitelli: "Ho fatto solo il mio dovere".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©