Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I due hanno presentato denuncia contro la dipendente

“Noi siete uomini ma froci”: l’offesa di un’impiegata di banca ad una coppia gay


“Noi siete uomini ma froci”: l’offesa di un’impiegata di banca ad una coppia gay
14/03/2013, 20:46

PALERMO – “Non siete uomini, ma froci”. Così un’impiegata bancaria avrebbe offeso una coppia di medici gay che si era recata in una banca di Palermo per delle commissioni. Uno dei due medici, 34 anni, pediatra, ha deciso di raccontare il triste accaduto all’Andrkons, dichiarando: “Quello che è accaduto è gravissimo – spiega - io e il mio compagno Augusto, un ginecologo, questa mattina siamo andati in banca per un disguido che si era verificato su un assegno e mentre uscivamo dalla filiale nell'area che separa le casse dall'uscita, senza alcun motivo siamo stati aggrediti verbalmente e pubblicamente con ingiurie, in presenza degli impiegati e dei clienti da una dipendente bancaria. Ci ha detto: ‘Mi auguro di non avere mai a che fare con due medici come voi, pezzenti, non siete uomini, froci!’ “.
Sotto choc per quanto appena udito, i due medici omosessuali lasciano la banca. “ Non sapevamo come reagire alle offese così dopo essermi consultato con il mio avvocato, abbiamo deciso di presentare una denuncia nei confronti della dipendente. La citerò in giudizio, sia penalmente che civilmente. In caso di risarcimento devolverò il ricavato all'Arcigay e alle associazioni che si battono per la causa degli omosessuali. Non è pensabile che nel 2013 ci sia ancora una omofobia così estesa”, ha dichiarato infine il pediatra.

 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©