Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I lavori partiranno anche da Sarno, Pompei ed Ercolano

Nola, riqualificazione della stazione circumvesuviana


Nola, riqualificazione della stazione circumvesuviana
14/09/2009, 18:09

Un progetto che si integra perfettamente in quello più ampio della riqualificazione di Piazza d’Armi. È quanto prevede il piano di ristrutturazione delle stazioni della Circumvesuviana, che partirà da quelle di Nola, Pompei, Sarno ed Ercolano.
Il rendering della nuova stazione di Piazza d’Armi è stato illustrato questa mattina, al Sindaco di Nola Geremia Biancardi, all’Assessore all’Urbanistica Roberto De Luca, a quello ai Lavori Pubblici Antonio De Luca e ai Dirigenti di settore, dall’Amministratore Unico di Circumvesuviana s.r.l. dott. Bruno Spagnuolo e dall’architetto Alessandro Fiorentino, che ha curato la progettazione della stazione di Nola.
L’intervento, su un’area di circa 13.000 mq., sarà finanziato da fondi ragionali e comprenderà il rifacimento completo della stazione (una scatola di vetro che interagirà con l’esterno), la vecchia officina dei pullman, in cui verranno allocati servizi vari e l’allestimento di spazi verdi. Tutta l’area, che collegherà Via Anfiteatro Laterizio con Via Roma e viceversa, sarà pedonale e completamente priva di barriere architettoniche.  
“Abbiamo fortemente voluto questo intervento – ha dichiarato il Sindaco Geremia Biancardi – che restituirà alla città un’area che era diventata un semplice snodo di passaggio, prevalentemente mal frequentata e soprattutto abbandonata a se stessa. Da oggi invece, voltiamo pagina e dall’inizio dell’anno prossimo, come ci è stato assicurato questa mattina dai vertici dell’azienda di trasporto, cominceranno i lavori che dovrebbero concludersi tra la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno 2010”.
“Con la ristrutturazione dell’intera area della stazione della Circumvesuviana – ha affermato dal canto suo, l’Assessore all’Urbanistica Roberto De Luca –, completiamo il discorso cominciato con le Ferrovie dello Stato, che dopo l’abbattimento dei muri perimetrali, e l’allestimento del parcheggio, sta completando il recupero del sito, con la ristrutturazione del vecchio capannone-deposito. Una delle priorità del nostro programma di governo è e resta la riqualificazione dell’intero territorio urbano e con l’ammodernamento delle stazioni ferroviarie la nostra città sicuramente ne trarrà notevoli benefici”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©