Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lo sfogo sui social network: “Lo Stato è forte con i deboli”

Non batte scontrino da 35 centesimi, scatta la multa di 156 euro


Non batte scontrino da 35 centesimi, scatta la multa di 156 euro
17/10/2013, 21:56

Non batte uno scontrino da 35 centesimi e scatta la multa di 516 euro, poi ridotta a 156. È l’incredibile fatto accaduto ad un commerciante di Rotondi, in provincia di Avellino. “Una distrazione”, come giustifica il commerciante Giuseppe Mainolfi che gli è costata cara, forse un po’ troppo.
Le giustificazioni del signor Mainolfi, però, non sono servite ad evitargli la sanzione dei finanzieri della Compagnia di Avellino che hanno confermato la multa, seppur rideucendola. Così Giuseppe Mainolfi si è sfogato sul suo profilo facebook, raccontando la storia.
È subito partita la polemica nei commenti al post, che esordiva con questa amara considerazione: "Non ho fiducia di uno Stato forte con i deboli e debole con i forti". Tante le risposte di solidarietà al suo post da parte degli amici, intervenuti in difesa del commerciante che, in ogni caso, adesso dovrà versare i 156 euro alla Agenzia delle Entrate.

 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©