Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lo hanno comunicato i soccorritori

Non c’è più nulla da fare per gli alpinisti dispersi


Non c’è più nulla da fare per gli alpinisti dispersi
02/12/2012, 13:01

GENOVA – Sono oramai  esaurite le poche speranze di trovare vivi gli alpinisti dispersi sul Dome Ens Ecrins.
Nulla da fare, purtroppo, per i poveri italiani scomparsi lunedì scorso sul massiccio delle Alpi del Delfinato francese. 
A comunicarlo sono stati gli stessi soccorritori che, dopo un’ennesima vana ricerca, si sono arresi ed hanno dato il tragico annuncio ai familiari dei tre uomini. 
Le vittime di questo dramma sono il 32enne Damiano Barabino, cardiologo genovese, Luca Gaggianese 35 anni, istruttore del Cai di Milano e Francesco Cantù, 40enne primario del reparto di cardiochirurgia dell'ospedale di Lecco.
Nei giorni scorsi si era sperato nelle migliori condizione di visibilità, per la fine del maltempo. Oggi, purtroppo, è giunta la triste notizia.
Si preannuncia una nuova ondata di cattivo tempo, tuttavia proseguiranno le ricerche per trovare i corpi dei tre alpinisti.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©