Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nonostante i diversi interventi nel Campo Nomadi di Scampia sembra che nulla vuol cambiare


Nonostante i diversi interventi nel Campo Nomadi di Scampia sembra che nulla vuol cambiare
18/09/2009, 13:09

Personale della Polizia Municipale è stato impiegato negli ultimi mesi, come disposto dal Comandante, Il Generale L.Sementa, in più interventi atti a rilevare e monitorare lo stato di vivibilità degli appartenenti al campo nomadi di Scampia, nella zona retrostante il carcere di Secondigliano.
Tale area, in un primo intervento fatto a Luglio, fu trovata in un totale stato di degrado:  pessime condizioni igieniche e sanitarie causate dal malfunzionamento della rete fognaria,  perdite di acqua da condotte idriche e dai moduli abitativi, numerosa presenza di ratti e cumuli di rifiuti di vario genere e fili elettrici volanti.
Grazie alle numerose segnalazioni inoltrate agli uffici si è provveduto alla riparazione delle condotte,  della falla fognaria, a sigillare la cabina dei cavi elettrici, ad eliminare i fili volanti, alla pulizia del campo, alla falciatura e disinfestazione dell’erbacce ed al ritiro di svariate batterie d’auto accatastate all’interno del campo, rendendolo vivibile per gli occupanti .
Successivamente, gli stessi agenti dell’unità operativa di Secondigliano, hanno continuato ad interessarsi, con un ulteriore sopralluogo, alle condizioni in cui versavano i nomadi. Purtroppo a distanza di un solo mese dall’intervento di bonifica, si ripresentava ai loro occhi lo scenario di un campo completamente abbandonato, in condizioni peggiori rispetto all’ultimo riscontro. Si necessitava ancora una volta l’intervento che veniva  prontamente richiesto  dal nostro Personale. 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©