Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Alemanno:"Chiedo stato di calamità alla Regione"

Nubifragio a Roma, morto un anziano

Traffico, allagamenti e vittime per le piogge

Nubifragio a Roma, morto un anziano
20/10/2011, 12:10

La città di Roma nuovamente in tilt, questa volta per il maltempo. Un nubifragio si è abbattuto sulla capitale e dintorni, provocando forti ripercussioni sul traffico letteralmente impazzito. Le strade sono totalmente allagate, alcune sono state chiuse alla circolazione. Le forti piogge hanno colpito la città dalle prime ore del mattino, causando danni soprattutto alla circolazione. Al momento infatti alcune linee metropolitane sono ferme, come rende noto l’Agenzia per la Mobilità, sulla Metro A la  circolazione è bloccata per le stazioni Manzoni e San Giovanni chiuse per allagamento, mentre la stazione Ottaviano gli accessi sono parzialmente chiusi per allagamento ma la stazione è aperta. La Metro B invece è lievemente rallentata nel tratto Termini-Giardinetti, mentre per  Roma-Viterbo fortemente rallentata e la stazione Euclide chiusa per allagamento.

Aggiornamento ore 12.00
Un morto e un disperso. E’ questo per il momento il bilancio delle conseguenze gravi al nubifragio che si è abbattuto sulla capitale. Il primo è un anziano, il cui cadavere è stato rinvenuto dai vigili del fuoco nello scantinato di uno stabile. Il secondo, sempre un anziano di cui si sono perse le tracce a Castelporziano.  
Strade allagate, scuole e abitazioni evacuate. Uno stato di paralisi totale per la città. Arrivano le dichiarazioni di Alemanno, sindaco di Roma: “Chiederò alla Regione Lazio il riconoscimento dello stato di emergenza e il conseguente riconoscimento dello stato di calamità naturale per l'agricoltura e la protezione civile. Esso varrà come giustificazione per tutti i cittadini che non sono riusciti a raggiungere il posto di lavoro per l'interruzione dei servizi pubblici locali". La Polverini, Presidente della Regione Lazio, ha risposto: “"Sto andando in Regione, valuteremo insieme agli assessori competenti. Naturalmente mi sembra che la situazione sia molto seria, quindi è evidente che se c'é una richiesta ci sarà una presa in considerazione della Regione, ci mancherebbe altro. Soprattutto per i disagi che hanno dovuto sopportare i cittadini. Peraltro, mi sembra che abbiamo anche una questione più seria che riguarda una famiglia dell'Infernetto, speriamo non ci sia altro di così importante".
 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©