Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sabato 16 l'Aner sarà in piazza del Popolo a Ravenna

Nudisti in piazza e spiaggia per protestare contro le multe

L'associazione naturisti rivendica il lido della Bassona

Nudisti in piazza e spiaggia per protestare contro le multe
04/06/2012, 17:06

RAVENNA - Una catena umana di nudi e puri contro la repressione della Forestale, che dalla fine di marzo sta multando i bagnanti sorpresi senza costume nella storica spiaggia della Bassona nel comune di Ravenna, fino a qualche anno fa il più grande lido di nudisti in Italia. L'Aner, associazione naturisti dell'Emilia Romagna ha annunciato per domenica 17 giugno un presidio di protesta contro "la repressione a opera della Forestale e contro il disinteresse delle istituzioni locali". Quella domenica i naturisti si riapproprieranno della loro spiaggia, senza veli e senza tabù, ma con "palloncini, bandiere e striscioni che sono graditi per colorare la nostra spiaggia almeno per un giorno". "Ci terremo per mano per rivendicare la libera fruibilità della nostra spiaggia naturista" ha spiegato il presidente di Aner, l'avvocato penalista bolognese Jean Pascal Marcacci. Il giorno prima, sabato 16 giugno dalle 10 alle 13, gli stessi manifestanti saranno in piazza del Popolo a Ravenna, sotto il Municipio e la Prefettura. Questa volta vestiti, ma sempre per protestare contro le denunce per atti contrari alla pubblica decenza, che da quest'anno sono partite nei confronti di bagnanti sorpresi senza costume. Fino a cinque anni fa, c'era una specifica ordinanza comunale firmata dal sindaco Vidmer Mercatali, che consentiva la pratica del naturismo su quel tratto di spiaggia. Poi non è stata più rinnovata l'ordinanza comunale e l'anno scorso l'Aner aveva provocatoriamente abbandonato la spiaggia naturista più grande d'Italia. Adesso vogliono riprendersi la spiaggia e scendono in piazza e poi nella Bassona per protestare senza veli e senza pudore.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©