Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Numeri da record al Napoli Pizza Village: 300.000 visitatori


Numeri da record al Napoli Pizza Village: 300.000 visitatori
10/09/2012, 11:16

Trecentomila persone in 4 giorni, 75.000 in media a serata delle quali 60.000 quelli che hanno assistito agli spettacoli. Sono 70.000 le pizze sfornate, 1 ogni 4 persone e 500 i bambini che si sono prenotati al laboratorio della pizza stand del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali dei “ Piccoli Pizzaioli Crescono” su una richiesta però 10 volte superiore.

 

Sono numeri da capogiro quelli della seconda edizione del Paulaner Napoli Pizza Village, un successo andato oltre le più rosee aspettative degli organizzatori. L’obiettivo era infatti superare le 55.000 pizze della prima edizione, nella speranza di sfornarne almeno 75.000. Meta che sarà sicuramente raggiunta visto che nei calcoli manca ancora la giornata di oggi prevista come la più affollata di tutte.

Il presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani Sergio Miccù ha annunciato che regalerà, al termine della manifestazione, 36 alberi al Comune di Napoli, 1 per ogni pizzeria partecipante, come risarcimento simbolico per la legna bruciata dai forni.

 

Prima dello spettacolo conclusivo di musica-cabaret con Marco Cristi e Mario Maglione, inizio ore 21.30,  sul palco centrale, alle ore 20, verrà battuta all’asta la maglia del capitano azzurro Paolo Cannavaro, autografata da tutta la squadra, il cui ricavato andrà ai bambini della Siria. Base d’asta 250 euro.

 

Sempre dal palcoscenico nel corso della giornata, Liliana De Curtis, figlia del grande Totò, lancerà una raccolta firme per l’apertura di un museo a lui dedicato alla Sanità, quartiere d’origine del grande comico napoletano.

 

A proposito di Totò nell’area VIP Very Important Pizza, dalle 18.30 alle 20.30, “Pizza art” con il maestro Andrea Petrone, specializzato in opere  pittoriche raffiguranti il principe della risata.

Gare di pizza, poi, tra tutti i vip presenti e concorso per la migliore pizza  artistica del Napoli Pizza Village.

 

E restando in tema concorsi Comune di Napoli e Asìa premieranno le pizzerie che avranno creato la più originale “Pizza 4 frazioni”, con gli ingredienti colorati che richiamino il vetro, la carta, la plastica e l’organico, ma anche la pizzeria più virtuosa che avrà effettuato la miglior raccolta differenziata nel corso dei 5 giorni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©