Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dovremo pagare 15 mila euro di risarcimento danni

Nuova condanna all'Italia per espulsione di un tunisino


Nuova condanna all'Italia per espulsione di un tunisino
13/04/2010, 16:04

STRASBURGO (FRANCIA) - Ancora una volta l'Italia dovrà risarcire i danni prodotti ad un tunisino espulso nel suo Paese, nonostante il preciso ed esplicito divieto della Corte europea per i diritti umani. A condannarci la stessa Corte, che ha riscontrato anche la violazione dell'articolo 34 della Convenzione europea dei diritti umani, che impone agli Stati membri di non ostacolare l'accesso delle persone fisiche alla propria giurisdizione.
I fatti riguardano Mourad Trabelsi, tunisino in Italia dal 1986 e condannato nel suo Paese per reati di terrorismo. La Corte di Strasburgo aveva vietato la sua estradizione, in quanto nel suo caso c'erano seri rischi di essere sottoposto a tortura; ma nonostante questo l'Italia il 13 dicembre 2008 l'aveva imbarcato su un aereo con destinazione Tunisia. Per questo l'Italia verrà richiamata ufficialmente in seno all'Unione Europea e dovrà pagare 15 mila euro di risarcimento danni.
Si tratta del secondo caso in pochi mesi, di una condanna per l'Italia per una estradizione illegale di persone destinate ad essere torturate o uccise, in violazione delle leggi internazionali.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©