Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fino al 15% della popolazione vaccinato entro dicembre

Nuova influenza, Santangelo: "Vaccino unica arma"


Nuova influenza, Santangelo: 'Vaccino unica arma'
04/11/2009, 14:11

L'assessore alla Sanità della Regione Campania, Mario Santangelo, nel corso di una visita al centro vaccinale di Ponticelli, quartiere a est di Napoli, ha invitato la popolazione a sottoporsi al vaccino, "unica arma", al momento, per combattere l'influenza A. Per la metà di dicembre, rende noto l'assessore, sarà vaccinato tra il 15 e il 20% della popolazione campana, ed entro febbraio-marzo, ha aggiunto "sarà vaccinato il 40% della popolazione regionale". "In giro c'è una fobia non giustificata contro eventuali rischi che derivano dal vaccinarsi - ha sottolineato - ed è importante che anche i medici di base e i pediatri di libera scelta facciano presente ai loro utenti che non si corrono rischi." "Io non mi vaccino per sopraggiunti limiti d'età - ha precisato - altrimenti l'avrei fatto. Per il momento è opportuno che provvedano le categorie a rischio, quelle indicate dal Ministero." E se i medici di base non sono attrezzati per il vaccino, allora i cittadini potranno rivolgersi a uno dei 26 centri vaccinali allestiti sul territorio. L'assessore è poi tornato sul picco di casi e decessi che si sono registrati in Campania e a Napoli: "Abbiamo avuto un picco di freddo - ha spiegato - siamo la popolazione più giovane in Italia e si registra qui una grande densità abitativa." Santangelo invita ancora le persone a non affollare gli ospedali, ricordando che è più opportuno curarsi a casa, seguendo le terapie del medico di base, piuttosto che esporre gli ammalati a un ulteriore colpo di freddo." "Non è il caso di chiudere le scuole - ha concluso - se non si registrano grappoli di ragazzi ammalati di influenza A."

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©