Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Due colpi alla testa, Candone muore in ospedale

Nuovo agguato a Secondigliano: ucciso scissionista


.

Nuovo agguato a Secondigliano: ucciso scissionista
22/10/2011, 15:10

NAPOLI - Trentasette anni, pluripregiudicato, vicino alla costola dei De Lucia. Probabilmente questa sua fedeltà ad un gruppo di malavita gli avrebbe costato la vita: Giovanni Candone è finito ieri sera, intorno alle 19, vittima di un agguato nel cuore di Secondigliano, a pochi passi dal famigerato rione Berlingieri. L’uomo, ritenuto organico agli scissionisti di Secondigliano, è stato raggiunto alla testa da due pallottole esplose a bruciapelo mentre stava sorseggiando una bibita all’interno della caffetteria Ariston di via Cupa Fosso del Lupo. Candone è stato trasportato in fin di vita all’ospedale San Giovanni Bosco: sul suo conto diverse indagini, una risalente al 2009, quando il suo nome venne iscritto nel registro degli indagati assieme al gotha dell’attuale clan Amato-Pagano. Sull’efferato fatto di sangue indaga la polizia, che sta cercando di risalire agli ultimi legami con la criminalità organizzata. Un nuovo regolamento di conti intestino alla cosca degli scissionisti è l’ipotesi al vaglio degli inquirenti.

Commenta Stampa
di daga
Riproduzione riservata ©