Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In manette Francesco Accardo, 51 anni

Nuovo arresto nel clan Di Gioia-Papale

Carabinieri fermano un presunto scissionista

.

Nuovo arresto nel clan Di Gioia-Papale
10/03/2011, 14:03

TORRE DEL GRECO - E una lotta intensa, quella che si gioca a torre del greco, tra i carabinieri della locale stazione e il neonato clan Di Gioia-Papale. Mentre stamane i tre affiliati al clan torrese, fermati pochi giorni fa dai militari dell’Arma, comparivano dinanzi al Giudice per le indagini Preliminari del tribunale di Torre Annunziata, in manette finiva un altro nuovo volto della criminalità organizzata torrese. Nella notte, i carabinieri dell’ aliquota radiomobile hanno arrestato per violazione alle prescrizioni della sorveglianza speciale Francesco Accardo, 51 anni, residente in via III traversa teatro. Volto della nuova organizzazione, si, ma poi non tanto sconosciuto alle forze dell’ordine. Accardo è difatti pregiudicato e quindi già noto ai carabinieri che lo hanno sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza. L’uomo e’ stato sorpreso e bloccato nel centro cittadino dai militari dell’arma mentre si accompagnava a pregiudicati del luogo. Non un crimine per molti, tranne che per Accardo a cui i carabinieri avevano comandatogli il divieto di incontrarli, impostogli dalla sorveglianza speciale. Accardo, come Bartolomeo Palomba, arrestato pochi giorni fa, è ritenuto un elemento di spicco dell’ala scissionista del locale sodalizio criminale dei falanga–di gioia. Per questo motivo è stato arrestato ed ora è anche lui in attesa di rito direttissimo.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©