Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nuovo parcheggio selvaggio dentro al Palazzo Reale


Nuovo parcheggio selvaggio dentro al Palazzo Reale
20/11/2012, 17:03

"Lo scandalo del parcheggio - denunciano il commisario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli e lo speaker radiofonico Gianni Simioli che da mesi combattono contro questo sconcio e stamane hanno fotografato nuovamente auto e scooter parcheggiati ovunque dentro al monumento storico - all' interno del Palazzo Reale a Napoli continua. Aveva ragione il dipendente della Soprintendenza che ha chiamato in diretta radio per beffarsi di cittadini che hanno protestato contro questa usanza vergognosa affermando che loro parcheggeranno per sempre le loro auto nel sito storico fregandosene della rabbia popolare ( http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=YgFb_G3Uodk ). Infatti stamattina abbiamo riscontrato il parcheggio selvaggio di centinaia di macchine e scooter anche sistemati nell' area di pregio del Palazzo a pochi centimetri dell' ingresso di diversi uffici. Segno che alcuni dipendenti vogliono parcheggiare comodamente proprio all' ingresso del posto di lavoro".
"Uno scandalo - continuano Borrelli e Simioli - a cui il nuovo Soprintendente deve mettere fine. Non solo questi personaggi sistemano i propri veicoli, caso unico al mondo, dentro un Palazzo storico ma ritengono di essere intoccabili. Una dipendente ha anche tentato di non farci fare le foto minacciando di chiamare la polizia ma non ci siamo fatti intimidire e ovviamente non è arrivata nessuna volante. Tra l' altro il via vai di macchine, alcune con signore al volante che avevano appena fatto la spesa, è proseguita dalle 8.30 alle 12.30 segno che probabilmente molte delle persone che hanno parcheggiato o non sono dipendenti pubblici o sono usciti ed entrati durante l' orario di ufficio. Noi accettiamo la sfida dei dipendenti che ritengono di essere intoccabili ed ogni giorno protesteremo e solleveremo pubblicamente questo scandalo che ha non ha motivo di proseguire".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©