Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Utilizzato un veliero, sbarcati una quarantina di afgani

Nuovo sbarco in Calabria, arrestati due scafisti


Nuovo sbarco in Calabria, arrestati due scafisti
25/08/2010, 09:08

GUARDAVALLE (CATANZARO) - Da quando è stato infranto il muro di omertà che il governo aveva imposto sulle notizie relative agli sbarchi nel Sud Italia (a dire il vero è stato a malapena incrinato, ma lasciamo perdere, ndr), si ricomincia con lo stillicidio quasi quotidiano. Anche ieri è stato così: una imbarcazione a vela ha scaricato sulle coste calabre, vicino a Guardavalle, in provincia di Catanzaro, 42 giovani tra i 16 e i 24 anni, per lo più provenienti dall'Afghanistan, che hanno cercato di entrare clandestinamente in Italia. La barca che li ha portati è stata fermata al limite delle acque territoriali italiani e i due occupanti - un turco ed un ucraino - sono stati arrestati con l'accusa di essere gli scafisti. Ora i migranti sono tenuti in una scuola di Guardavalle Marina, in attesa di essere trasferiti al Cie di Capo Rizzuto, in provincia di Crotone. Da lì saranno mandati in Afghanistan, dove li aspetta una sicura condanna a morte per essere fuggiti; a meno che non riescano a scavalcare la burocrazia e a fare in modo da presentare le domande di asilo politico, che sempre più raramente vengono accolte.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©