Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Napoli un viaggiatore su quattro non paga il biglietto

Occorre ripristinare il bigliettaio sui mezzi pubblici


Occorre ripristinare il bigliettaio sui mezzi pubblici
21/01/2010, 16:01

NAPOLI - “ Stando al dossier realizzato dal Consorzio Unico Campania, segnatamente per quanto riguarda le linee su gomma che fanno capo all’azienda napoletana per la mobilità, vi sarebbe una percentuale di evasione da parte di coloro che utilizzano tali linee, pari al 23,6 %. In pratica a Napoli un viaggiatore su quattro, tra quanti usufruiscono dei mezzi pubblici su gomma, non paga il ticket, con una perdita netta di oltre un milione di euro all’anno, così come quantificata dai vertici dell’azienda – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Un problema grave che incide e non poco sui bilanci negativi delle aziende del pubblico trasporto a Napoli ed in tutta la Campania, dove la percentuale d’evasione scende di qualche punto, attestandosi al 20% “.

“Una battaglia difficile da sostenere, con esiti incerti, se combattuta con armi spuntate – continua Capodanno -. Per esemplificare se un passeggero, trovato senza biglietto, non vuole declinare le sue generalità ai controllori, questi ultimi potrebbero trovarsi nella necessità di chiamare in aiuto le forze dell’ordine e, nel frattempo, il passeggero potrebbe dileguarsi. Insomma insieme ai controllori ci vorrebbero dei rappresentanti delle forze dell’ordine sui mezzi pubblici, il che, notoriamente, è impossibile.“

“Ritengo che se si vuol vincere questa battaglia, facendo sì che a Napoli tutti i passeggeri si muniscano del biglietto opportunamente obliterato, vi è una sola strada da percorrere – prosegue Capodanno -, ed è quella di ripristinare la figura del bigliettaio sugli autobus, filobus e tram. In questo modo non solo si sconfiggerebbe certamente un fenomeno che raggiunge punte record nel capoluogo partenopeo, dal momento che, a livello nazionale, la media di questo tipo di evasione è del 15%, ma si garantirebbe una maggiore sicurezza ai passeggeri anche rispetto al noto fenomeno del borseggio. Inoltre la presenza del bigliettaio potrebbe contribuire a scoraggiare, sui mezzi adibiti al pubblico trasporto, gli atti vandalici, sovente alla ribalta delle cronache, pure da parte delle cosiddette baby gang.“

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©