Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La data ricorda l’uccisione di due sorelle dominicane

Oggi giornata internazionale contro la violenza sulle donne


Oggi giornata internazionale contro la violenza sulle donne
25/11/2012, 09:50

ROMA – Si celebra oggi la giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne.
La data venne stabilita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999, con un invito rivolto ai governi, alle organizzazioni internazionali e alle Ong ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.
La data, in realtà, fu scelta da un gruppo di attiviste, riunitesi nell’Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi a Bogotà (Colombia) nel 1981, per ricordale il brutale assassinio del 1960, delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leònidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.
Il 25 novembre 1960 le sorelle Mirabal, mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione, furono bloccate sulla strada da agenti del Servizio Militare di Intelligenza. Condotte in un luogo nascosto nelle vicinanze furono torturate, massacrate a colpi e strangolate, per poi essere gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, per simulare un incidente.
Da inizio anno sono circa 113 le donne uccise, di cui 73 dal proprio partner. Tante le organizzazioni che tanto in Italia, come nel resto del mondo, celebreranno la ricorrenza rilanciando iniziative e progetti che per forza di cose dovranno avere anche un carattere transnazionale.
Quest’anno, le violenze all’interno dei rapporti sentimentali sono aumentate del circa l’85% sul totale, il 3% in più rispetto al 2011. Oggi il ministro Fornero, in qualità di responsabile delle Pari opportunità, riceverà dalle donne di D.i.Re (rete contro la violenza) un appello con 20mila forme per chiedere la ratifica del Consiglio d'Europa sui femminicidi e l'attuazione di un piano nazionale per la prevenzione di questi crimini. Inoltre, sempre oggi ci sarà la presentazione della campagna 'One billion rising', una sorta di danza mondiale ideata da Eve Ensler, autrice dei 'Monologhi della vagina. Al Teatro Litta di Milano verrà invece presentato il documentario di Francesca Archibugi 'Giulia ha picchiato Filippo (che verrà trasmesso anche su Rai Uno); al Teatro Leonardo andrà invece in scena 'Home sweet homè, dedicato alla violenza domestica.
Questa giornata internazionale contro la violenza sulle donne nasce con lo scopo di eliminare tutte le forme di violenza sulle donne attraverso il riconoscimento a livello internazionale, regionale e locale della violenza di genere come violazione dei diritti umani; il rafforzamento delle attività a livello locale ed internazionale contro questo tipo di violenza; la creazione di spazi internazionali di discussione per l’adozione di strategie condivise ed efficaci in materia; dimostrazioni di solidarietà con le vittime di queste violenze in tutto il mondo; il ricorso a governi affinché adottino provvedimenti concreti per l’eliminazione di questo tipo di violenze. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©