Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La protesta parte dalla Francia e si estende in Europa

Oggi per la prima volta in Italia sciopero degli immigrati


Oggi per la prima volta in Italia sciopero degli immigrati
01/03/2010, 09:03

Oggi per la prima volta ci sarà in diversi Paesi europei uno sciopero degli extracomunitari, di coloro che vengono considerati invisibili, perchè non hanno rappresentanti di spicco, ma che sono essenziali per l'andamento della nostra economia. Il colore della manifestazione è il giallo, come stabilito dagli organizzatori; ma la manifestazione stessa non parte da qui. E' partita dalla Francia, ha trovato rapidamente accoglienza in Italia, ma poi si è allargata anche a Spagna e Grecia. Cioè tutti Paesi che affacciano sul Mediterraneo e tutti Paesi che hanno avuto e stanno avendo seri problemi a gestire l'immigrazione; cosa che ha scatenato anche reazioni razziste da parte della popolazione.
In Italia sono previste manifestazioni in almeno 60 città italiane. Si va dal "pranzo multietnico" offerto a Varese ad agenti della Polizia Penitenziaria ad una mostra fotografica a Bologna, alle "lezioni di clandestinità" che studenti dell'Onda daranno davanti a Montecitorio. Ogni città ha attivato la propria fantasia. Ma alle 18.30 da tutte le piazze verranno liberati palloncini gialli, proprio per ribadire il carattere unitario delle manifestazioni, che qui in Italia si sono coordinate tramite un gruppo di Facebook, prima di ricevere l'appoggio di numerosi partiti politici ed associazioni: Emergency, Amnesty, i missionari del Pime, Legambiente, Pd, Verdi, Sel e Rifondazione Comunista e i sindacati Cgil, Cisl, Uil e Cobas. Inoltre si parlerà della manifestazione in TV a "Otto e mezzo", il programma di approfondimento serale de La7, e ci sarà anche uno speciale su MTV.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©