Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Chiedono applicazione piano approvato nel 2010

Oggi primo sciopero di ginecologi e ostetriche


Oggi primo sciopero di ginecologi e ostetriche
12/02/2013, 09:49

ROMA – Primo sciopero, oggi, di ginecologi e ostetriche che incroceranno le braccia per 24 ore per chiedere alla politica di occuparsi finalmente dei loro problemi. I sanitari chiedono, prima di tutto,  che vengano messi in sicurezza i punti nascita, dando seguito a un piano approvato già  dal 2010 che non e' mai diventato realtà. E che si intervenga per mettere un freno al contenzioso medico-legale ma anche alle assicurazioni per il rischio professionale, che hanno ormai costi proibitivi, arrivando anche, come denunciano i sindacati e le stesse società  scientifiche, a polizze da 20-30 mila euro l'anno. Ma oggi, oltre ai medici, si fermeranno anche le attività  di ambulatori ostetrici e consultori familiari sul territorio, con una mobilitazione che riguarderà  in totale circa 15mila professionisti e che vedrà  a Palermo la manifestazione nazionale, indetta da Fesmed, Aogoi, Sigo, Agui, Agite, Sieog e Aio, le principali sigle di categoria.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©