Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Oggi Riina verrà interrogato a Milano


Oggi Riina verrà interrogato a Milano
24/07/2009, 10:07

Che Totò Riina, il capo dei Corleonesi, abbia intenzione di collaborare con i magistrati? E' la domanda che devono essersi posti i magistrati di Caltanissetta, dopo le ultime dichiarazioni del boss mafioso, che ha detto che la bomba in via D'Amelio, quella che uccise Paolo Borsellino, l'ha messa lo Stato; e che la trattativa tra Stato e mafia è stata fatta al di sopra della sua testa. Anzi, Riina si è proclamato vittima della suddetta trattativa. Di conseguenza i magistrati sono andati a Milano, al carcere di Opera, dove Riina è al 41 bis, nella speranza che non succeda come l'ultima volta. Infatti l'ultima volta che un magistrato è andato a parlare con Riina, fu Pierluigi Vigna, allora capo della Procura Nazionale Antimafia. Era il 22 aprile del 1996, ma Riina si rifiutò di rispondere alle domande. Ma non che sia stato zitto, nel frattempo: nei vari processi a cui ha partecipato ha attaccato i pentiti, ha proclamato la propria innocenza quando non la propria estraneità ad una Cosa Nostra che lui ha dichiarato non esistere.
C'è da sperare che questa volta cambi idea, perchè se raccontasse i fatti, molta gente comincerebbe a tremare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©