Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il rapporto della commissione d’inchiesta all’Aja

Olanda choc: migliaia le vittime di preti pedofili

Dal 1945 al 2010: ottocento i responsabili identificati

Olanda choc: migliaia le vittime di preti pedofili
16/12/2011, 15:12

BRUXELLES – Lo scandalo degli abusi sessuali perpetrati in ambienti ecclesiastici continua a tenere banco. Questa volta a finire sotto la lente d’ingrandimento è la Chiesa cattolica olandese: dal 1945 al 2010 sono state decine di migliaia le vittime di preti pedofili in Olanda. La denuncia, dai dati allarmanti quanto mai vergognosi, è contenuta in un rapporto messo a punto da una commissione d’inchiesta, istituita lo scorso anno all’Aja. L’indagine era stata avviata proprio nel tentativo di fare chiarezza sulla Chiesa e la pedofilia in Olanda e, visto l’esito scandaloso, ora si punta il dito contro i responsabili cattolici, che hanno mancato di affrontare in tempo il problema che riguardava tanto le scuole, quanto i seminari e gli orfanotrofi. È emerso, infatti, che le vittime di questi circa 800 preti pedofili olandesi fossero per lo più bambini.
Nel rapporto choc, basato su un’inchiesta che ha coinvolto oltre 34mila persone, si stima che un bambino su cinque abbia subito abusi nelle istituzioni cattoliche. La stessa inchiesta iniziò a seguito di denunce relative a presunti abusi nelle scuole, nella parte orientale dell’Olanda: la commissione ha iniziato ad operare nel mese di agosto 2010 ed ha analizzato 1800 denunce di abusi presso le istituzioni cattoliche. È proprio partendo da queste denunce che la commissione è riuscita ad identificare 800 responsabili, dei quali solo 105 sono ancora vivi. Ora l’auspicio è che nei confronti degli autori di questo ignobile gesto ancora in vita vengano adottate le dovute condanne.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©