Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Presentato al Quirinale il Rapporto 2009 di "Ossigeno"

Oltre 200 cronisti vengono minacciati da mafiosi e politici corrotti


Oltre 200 cronisti vengono minacciati da mafiosi e politici corrotti
21/07/2009, 11:07

Un mestiere spesso difficile ed ingrato, quello del cronista. A confermalo sono i dati presentati alla cerimonia del Ventaglio dal rapporto 2009 di "Ossigeno". I numeri emersi riguardano casistiche analizzate tra il 2006 e il 2008 e collegate ad intimidazioni, minacce ed attentati rivolti ai giornalisti che hanno lanciato inchieste su mafia, mala politica e terrorismo. Dei duecento cronisti inclusi nel rapporto  dell’osservatorio della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti , dieci si trovano sotto scorta.
La lista delle notizie oscurate con la violenza, dei danni procurati ad abitazioni ed automobili, delle minacce in sede processuale e di perquisizioni giudiziarie alquanto invasive è purtroppo lunga e drammatica. Non mancano, poi, atti intimidatori rivolti con lettere e telefonate anonime ad intere redazioni (Secolo XIX, Telegenova, Chi l’ha visto?, Corriere di Livorno, Famiglia Cristiana e Avvenire). Numeri alla mano, i giornalisti sul serio scomodi a chi fa dell'illegalità e della prepotenza le propria filosofia di vita, sono solo duecento ma, di sicuro, all'interno del rapporto, mancano gli innumerevoli cronisti che non hanno nemmeno la forza e il coraggio di denunciare le violenze fisiche e psicologiche subite da estremisti politici, mafiosi ed aziendalisti senza scrupoli.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©