Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Oma Sud, La Ugl proclama lo stato di agitazione


Oma Sud, La Ugl proclama lo stato di agitazione
01/08/2012, 13:31

“Il pagamento parziale delle spettanze dovute ai lavoratori è l’ultimo di una serie di colpevoli ritardi cominciati due anni fa con la mancata corresponsione dei ticket mensa e proseguiti col ritardato pagamento delle quote relative alle cessioni dei quinti degli stipendi e del Tfr”. E’ questa la dichiarazione che il Segretario Provinciale della Ugl Metalmeccanici di Caserta Cito Tarotto ha rilasciato ieri pomeriggio agli organi di stampa commentando la decisione assunta dalla Oma Sud di Capua di versare alle maestranze il solo importo di quattrocento Euro quale anticipo sulle spettanze del mese di Luglio. “È da tempo” ha continuato il sindacalista “che chiediamo alla RSU in carica di battere un colpo. L’ennesimo atto di accondiscendente silenzio ha permesso alla Direzione di poter gestire a proprio piacimento le economicità dei suoi dipendenti. Contro questa situazione rispondiamo  proclamando lo stato di agitazione, nella speranza si  riportare l’Azienda su binari corretti”.

 “L’azione di lotta intrapresa dalla Ugl è da considerarsi un atto dovuto” ha commentato il componente della Segreteria Ferdinando Palumbo “Lasciare i lavoratori senza le dovute spettanze è un atteggiamento intollerabile,  che perpetrato nel mese di Agosto priva le famiglie del dovuto sostentamento e della possibilità concedersi un meritato periodo di riposo che si accompagna alla stagione estiva”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©