Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Si indaga sul convivente della donna

Omicidio a Sanremo, donna uccisa a coltellate

L'assassino è ancora in libertà

Omicidio a Sanremo, donna uccisa a coltellate
11/11/2011, 09:11

SANREMO - Un'immigrata nordafricana di 44 anni proveniente dal Marocco, Zohra Ainoussi, è stata accoltellata ed uccisa nel centro storico di Sanremo attorno all'una e trenta della scorsa notte. Il corpo, privo di vita, è stato trovato sulle scale dell'abitazione della donna, in vico della Provvidenza, dal fratello del suo convivente, che si trovava per caso sul luogo del delitto in compagnia di un amico. I due, nel vedere la donna in una pozza di sangue, hanno immediatamente allertato i soccorsi del 118. Ma non c'è stato nulla da fare: la donna, massacrata da una decina di coltellate che le sono state sferrate in ogni parte del corpo, soprattutto sulla schiena e sull'addome, era già spirata.

Per tutta la notte hanno operato sul luogo del delitto gli agenti della Polizia Scientifica della Questura di Imperia insieme agli uomini del commissariato locale e della Squadra Mobile. L'assassino non è ancora stato identificato, ma gli indizi ed una prima ricostruzione dei fatti inducono a pensare che si tratti del convivente della donna, che si è reso irreperibile. Tuttavia manca anche il movente dell'omicidio, che gli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore Marco Zocco, stanno cercando di ricostruire attraverso la testimonianza del fratello del presunto assassino e del suo amico.

L'uomo, potrebbe aver aggredito la donna con decine di coltellate al culmine di un litigio avvenuto in piazza dei Dolori, nei pressi della loro abitazione. La marocchina, poi, avrebbe tentato di rifugiarsi dentro casa, ma ad un certo punto si sarebbe accasciata sulle scale, dove è spirata. Gli agenti della Polizia Scientifica sono stati in grado di ricostruire il percorso della vittima, dal luogo dell'aggressione a quello in cui è deceduta, esaminando tutte le macchie di sangue trovate per strada.

L'assassino, dunque, si trova ancora in libertà, probabilmente nascosto nella Pigna, il centro storico della città.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©