Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il sito di hacker Anonymous ha svelato l'identità

Omicidio Amanda Todd, c’è il nome del cyber-bullo


Omicidio Amanda Todd, c’è il nome del cyber-bullo
16/10/2012, 21:58

CANADA - Il sito di hacker Anonymous ha svelato l'identità del cyber-bullo che ha portato al suicidio la quindicenne di Vancouver, Amanda Todd. A diffondere la notizia è stato  il quotidiano Daily Mail. Trentadue anni, della British Columbia, l'uomo indicato da Anonymous sarebbe colui che, dopo aver iniziato una relazione virtuale con Amanda, ha cominciato a pubblicare le foto private di lei sul social network, rendendo la sua vita un inferno e portandola a togliersi la vita. Il gruppo di hacker ha diffuso in rete nome e indirizzo del cyber-bullo.

“E' un abominio della nostra società e sarà punito”, dicono gli hacker in un video postato su Youtube in cui rivelano le generalità del cyber-bullo. Quanto alla possibilità che non sia la persona sbagliata, aggiungono: “Nella peggiore delle ipotesi è l'uomo che ha fatto questo ad Amanda Todd. In ogni caso è comunque un altro pedofilo che sfrutta i bambini”. Frequentatore di siti pedopornografici, l'username del cyber-bullo compare su diversi forum frequentati da ragazzine alle quali era solito dare consigli. Subito dopo l'annuncio di Anonymous, gli amici e sostenitori di Amanda, hanno creato pagine Facebook in cui avvertono l'uomo di dormire con un occhio aperto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©