Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Omicidio Ambrosio, impronte e cellulare incastrano i romeni


.

Omicidio Ambrosio, impronte e cellulare incastrano i romeni
16/04/2009, 19:04

Incastrati dalle impronte e dai cellulari. A poche ore dal delitto, gli agenti hanno assicurato alla giustizia i tre presunti colpevoli. Fondamentali durante le indagini le numerose impronte digitali lasciate all’interno della villa su molti oggetti, compresi mozziconi di sigarette, bicchieri e bottiglie abbandonate sul posto. A guidare gli investigatori, però, sono state anche le tracce lasciate dai telefoni cellulari. Nel bottino dei malviventi, infatti, oltre ai gioielli della signora e ai contanti, c’erano anche i telefonini delle vittime. Sono stati rubati e, questa mattina, uno di quelli è stato utilizzato. Una telefonata fatta da uno dei presunti responsabili alla madre. Alla polizia è bastato un attimo: gli agenti hanno seguito il tracciato dell’apparecchio, poi con una Bmw dotata di satellitare hanno localizzato i presunti killer e li hanno bloccati.
La refurtiva era nelle loro tasche. I poliziotti, durante la perquisizione, hanno rinvenuto alcune delle cose che sono sparite dalla villa degli Ambrosio. Qualche gioiello, carte di credito, portafogli delle vittime. Si erano rifugiati a Licola, appena fuori città, nel Giuglianese. Non erano armati, alla vista degli agenti non hanno opposto resistenza.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©