Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Omicidio Bacioterracciano, le rivelazioni del boss: «Plastica facciale per il killer»


Un fotogramma del video dell'omicidio
Un fotogramma del video dell'omicidio
18/09/2013, 11:53

NAPOLI - Chi crede che cose del genere accadono solo nei film d'azione si sbaglia, anche i "killer nostrani" ricorrono alla chirurgia plastica per sfuggire alla cattura. Infatti, sono emersi nuovi retroscena sull'omicidio di Mariano Bacioterracino del 2009 in via Vergini alla Sanità. La Procura decise di diffondere le immagini del video che aveva ripreso l'agguato, chiedendo ai cittadini aiuto per ritrovare l'omicida. Secondo quanto avrebbe raccontato il boss pentito Antonio Zaccaro, nel corso del processo che si sta svolgendo in Assise appello, la mano armata, che nel 2009 colpì Bacioterracino, avrebbe cambiato i connotati. Infatti il clan, al quale apparterrebbe, gli avrebbe consigliato di cambiarsi il volto grazie all'aiuto di un chirurgo estetico agli ordini della camorra. Rifiutare l'offerta, avrebbe forse significato finire in una trappola degli amici di un tempo. Altri particolari agghiaccianti sono stati forniti in merito a questa faccenda. Si parla di un "capannone" per realizzare la plastica facciale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©