Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Fermato il boss Antonio Moccia: voleva vendicare il padre

Omicidio Bacioterracino, preso il mandante del delitto

Le immagini shock dell'agguato fecero il giro del mondo

.

Omicidio Bacioterracino, preso il mandante del delitto
21/04/2011, 14:04

NAPOLI – E’ ritenuto il mandante dell'omicidio di Mariano Bacioterracino, l’ex rapinatore ucciso due anni fa davanti a un bar del rione Sanità. Per questo motivo il boss Antonio Moccia è stato fermato su richiesta del procuratore aggiunto Alessandro Pennasilico e dai sostituti Sergio Amato, Marco Del Gaudio, Alfonso D'Avino, Enrica Parascandalo e Ida Teresi.
Il fermo di Moccia, che secondo gli inquirente sarebbe il capoclan dell’omonima cosca di Afragola, si è reso necessario perché, a quanto si è appreso, stava per partire per le vacanze. L'omicidio fu ripreso dalle telecamere della caffetteria del rione Sanità e poi diffuso ai giornali.
La divulgazione servì a identificare il presunto assassino ripreso dalle telecamere. Tra gli elementi di accusa ci sono in particolare le dichiarazioni di due collaboratori di giustizia, Biagio Esposito ed il boss di Miano Salvatore Lo Russo; i due hanno raccontato che l'ordine di uccidere Bacio Terracino venne da Antonio Moccia, il quale intendeva in questo modo vendicarsi per l'omicidio del padre Gennaro, avvenuto molti anni prima.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©