Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli. L'imrpenditore di Ercolano ucciso nel 2009

Omicidio Borrelli: due ordinanze di custodia in carcere


.

Omicidio Borrelli: due ordinanze di custodia in carcere
09/09/2010, 11:09

NAPOLI - Due ordinanze di custodia cautelare sono state notificate in carcere in merito alle indagini per l'omicidio dell'imprenditore di Ercolano Carlo Borrelli, rinvenuto cadavere la mattina del 12 giugno 2009. I provvedimenti, emessi dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Dda, sono stati eseguiti nei confronti di Natale Dantese, detenuto in regime di 41bis presso il carcere de L'Aquila e di Ivan Francato, attualmente rinchiuso nella casa circondariale di San Severo. Secondo i carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, che hanno eseguito le indagini, Dantese e Francato hanno entrambi precedenti per reati in materia di armi e sostanze stupefacenti e sono ritenuti affiliati al clan Ascione-Papale. Nei loro confronti vengono contestati, in concorso, detenzione, trasporto in luogo pubblico e successivo occultamento di 4 pistole con matricola abrasa e relativo munizionamento, con l'aggravante di aver agito per favorire il clan di riferimento. Il provvedimento scaturisce da una serie di attività investigative che attribuiscono ai due indagati il possesso delle armi rinvenute e sequestrate il 21 settembre dai carabinieri della Tenenza di Ercolano e in particolare: una pistola semiautomatica marca Beretta calibro 6,35 di fabbricazione brasiliana, priva di matricola, munita di serbatoio privo di munizioni; due pistole militari di marca e calibro sconosciute non cadute in sequestro; 23 cartucce calibro 357 Magnum; 12 cartucce caibro 9x21 e cocaina.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©