Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Scrissero loro il testo con cui la ragazza ritrattò

Omicidio Cacciola: arrestati i due avvocati della pentita uccisa


Omicidio Cacciola: arrestati i due avvocati della pentita uccisa
08/02/2014, 14:06

REGGIO CALABRIA - Sono stati arrestati i due avvocati di Maria Concetta Cacciola, con l'accusa di aver costruito una falsa confessione per la loro assistita. 

Cacciola era moglie e figlia di esponenti della 'ndrangheta, ma all'inizio del 2011 cominciò a collaborare con la magistratura, per salvare anche i suoi tre bambini. Ad agosto però dovette ritornare in famiglia, dato che suo padre e suo marito la minacciavano di uccidere i bambini. A furia di botte e minacce - e secondo i magistrati anche con la collaborazione dei due avvocati Vittorio Pisani e Gregorio Cacciola - le fecero leggere una dichiarazione in cui ritrattava le accuse fatte e la registrarono, prima di mandarla come prova ai magistrati. Pochi giorni dopo la donna venne trovata morta per aver ingerito dell'acido muriatico. I familiari dissero che si era suicidata, ma per i magistrati venne forzata a bere la sostanza velenosa. Ed è proprio su questa base che stanno indagando. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©