Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

OMICIDIO CAPODANNO: AVVOCATO TERRACCIANO, "MANUELA VUOLE FARE CHIAREZZA"


OMICIDIO CAPODANNO: AVVOCATO TERRACCIANO, 'MANUELA VUOLE FARE CHIAREZZA'
03/01/2009, 17:01

Manuela Terracciano si è costituita. La 23enne accusata di aver ucciso con un colpo di pistola, la notte di Capodanno a Napoli, il 24enne Nicola Sarpa, lo ha fatto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. E’ incensurata e figlia del boss Salvatore, soprannominato “o nirone”. Nei suoi confronti il procuratore aggiunto della Repubblica di Napoli, Sandro Pennasilisico, aveva firmato un decreto di fermo con l'accusa di omicidio volontario, con dolo eventuale.

Ha inteso fare chiarezza”. Così l’avvocato della Terracciano, Gaetano Inserra.

A contribuire ad una svolta alle indagini sarebbero state alcune testimonianze. Manuela Terracciano era in strada a festeggiare il nuovo anno con un'amica: spunta una pistola, uno sparo in alto che incrocia la traiettoria di Nicola. Per gli inquirenti, non c'era probabilmente nessuna intenzione di uccidere. Manuela e Nicola probabilmente si conoscevano, la nonna della ragazza abita proprio a fianco alla vittima, in vico Lungo Trinità degli Spagnoli. Forse l'euforia dei festeggiamenti, forse lo champagne. In pochi attimi si verifica la tragedia. Scattano i disperati tentativi di soccorso mentre la ragazza viene vista scappare da qualcuno, forse da amici di Nicola.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©