Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Al tribunale di Taranto riprende il dibattimento

Omicidio di Sarah Scazzi: la parola all’accusa


Omicidio di Sarah Scazzi: la parola all’accusa
20/10/2011, 11:10

Al Tribunale di Taranto riprende oggi l'udienza preliminare per la morte di Sarah Scazzi che vede tra i 13 imputati Cosima Serrano e Sabrina Misseri, madre e figlia, accusate di essere le esecutrici dell’omicidio. Da questa mattina è l’accusa a parlare, infatti  il procuratore aggiunto Pietro Argentino e il sostituto Mariano Buccoliero stanno spiegando in queste ore  al gup le motivazioni che hanno portato al termine dell’indagine la richiesta di rinvio a giudizio dei 13 imputati. Questa giornata era attesa anche per conoscere il nome del perito nominato dal  gup Pompeo Carriere che dovrà effettuare l'esame della traccia biologica ritrovata nel portabagagli della Opel Astra station wagon di Cosima Serrano, incarico che è stato affidato alla professoressa Montagna della Scientifica di Roma.  Presenti in aula Cosima Serrano e Sabrina Misseri, mentre come preannunciato è assente Michele Misseri, il contadino aveva infatti spiegato ieri che avrebbe dovuto "difendere la sua casa" presa di mira da ignoti che, nella notte di martedì, hanno scagliato alcune pietre contro l'abitazione. Presenti i quattro avvocati coinvolti. Tre di questi hanno chiesto il rito abbreviato mentre Vito Junior Russo va al dibattimento.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©