Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Secondo la difesa, non c'è alcun movente

Omicidio Garlasco: il Pg chiede 30 anni per Stasi in appello


Omicidio Garlasco: il Pg chiede 30 anni per Stasi in appello
22/11/2011, 15:11

MILANO - E' iniziato a Milano il processo d'appello per l'omicidio di Chiara Poggi, nella sua abitazione di Garlasco, il 13 agosto 2007. L'imputato è sempre Alberto Stasi, dopo la sua assoluzione davanti al gup di Vigevano (l'imputato chiese di procedere col rito abbreviato, quindi in primo grado c'è stato un Gup a decidere e non una Corte d'Assise come succede normalmente in caso di omicidio.
Il sostituto procuratore generale Laura Barbaini ha chiesto anche in questo caso, come aveva fatto il Pm in primo grado, la condanna per Stasi a 30 anni (essendo stato chiesto il rito abbreviato, non ci può essere condanna all'ergastolo, ndr). I difensori, che parleranno alla prossima udienza, hanno riferito ai giornalisti che durante la requisitoria non è emerso alcun movente che potesse spiegare l'omicidio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©