Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Omicidio Garlasco: la superperizia dà un alibi a Stasi


Omicidio Garlasco: la superperizia dà un alibi a Stasi
31/08/2009, 10:08

E' stata fatta, come ordinato dal Giudice, una nuova perizia congiunta sul computer di Alberto Stasi, sotto processo per l'omicidio di Chiara Poggi, avvenuto il 13 agosto 2007 a Garlasco, in provincia di Parma. E la relazione, fatta dai periti nominati dal Tribunale, davanti ai consulenti del Pubblico Ministero, delle Parti Civili e della Difesa, è favorevole all'imputato. Infatti, si è potuto appurare che Stasi ha acceso il suo computer portatile alle 9.36 del 13 agosto; ha guardato dei filmati pornografici registrati sull'hard disk; dopo di che ha salvato più volte file di Word tra le 10.20 e le 12.20. Probabilmente si tratta del salvataggio della tesi di laurea su cui Stasi dice di avere lavorato quel giorno.
Questo sancisce la veridicità delle affermazioni di Stasi che sono incompatibili con l'omicidio Poggi, vvenuto, secondo il medico legale, tra le 10.30 e le 12; più probabilmente tra le 11 e le 11.30. Anche se in teoria il PC potrebbe esserselo portato dietro, sarà difficile per l'accusa considerarla una prova a carico di Stasi, anche se ovviamente non è l'unica prova.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©