Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

E' Vincenzo Di Domenico, ritenuto vicino ai De Rosa

Omicidio Landi, si costituisce il quarto uomo


Omicidio Landi, si costituisce il quarto uomo
18/05/2009, 21:05

Vincenzo Di Domenico, 27 anni, di Pozzuoli, si è costituito nel primo pomeriggio di oggi ai carabinieri. I militari erano già sulle sue tracce, era il “quarto uomo” che ancora mancava all’appello per l’omicidio dell’ex assessore di Villaricca Roberto Landi, avvenuto il 22 aprile scorso. Di Domenico, secondo gli inquirenti vicino al clan De Rosa di Qualiano, si è presentato nella sede del Nucleo investigativo dei carabinieri accompagnato da un legale.

Il cadavere di Landi fu ritrovato a Licola, sepolto nella sabbia. Era stato ucciso con una pistola e poi il suo corpo era stato trasportato in quella che avrebbe dovuto essere la sua tomba sconosciuta; gli stessi assassini erano stati indotti a credere dal mandante che l’ex assessore fosse affiliato ad un clan rivale e che ucciderlo avrebbe significato guadagnarsi il favore del capozona. In realtà il movente era un altro: Landi aveva concesso un prestito per l’acquisto di un immobile e successivamente, non essendo stata portata a termine la compravendita, aveva preteso la restituzione del denaro, circa 280mila euro. Per il delitto sono già stati arrestato Ciro Pianese, 35 anni, ritenuto il mandante, Rosario Solmonte, 27 anni, ritenuto esecutore materiale, e Giuseppe Toto, 31 anni. L’accusa per tutti è di omicidio premeditato, detenzione e porto di arma ed occultamento e soppressione di cadavere.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©