Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

OMICIDIO MEREDITH, 30 ANNI A GUEDE E RINVIO A GIUDIZIO PER AMANDA E RAFFAELE


OMICIDIO MEREDITH, 30 ANNI A GUEDE E RINVIO A GIUDIZIO PER AMANDA E RAFFAELE
29/10/2008, 07:10

Condanna a 30 anni di reclusione per Rudy Guede, rinvio a giudizio nei confronti di Amanda Knox e Raffaele Sollecito: dopo quasi 12 ore di camera di consiglio il gup di Perugia, Paolo Micheli, ha così fatto chiarezza sull'omicidio di Meredith Kercher. Sollecito e la Knox  dovranno comparire davanti alla Corte d'assise del capoluogo umbro il 4 dicembre prossimo, chiamati a rispondere di tutti i reati contestati dai pubblici ministeri Giuliano Mignini e Manuela Comodi: omicidio e violenza sessuale, ma anche  simulazione di reato e furto di 300 euro e delle due carte di credito di Mez. Amanda verrà processata anche per avere calunniato Patrick Lumumba, coinvolgendolo nell'indagine sul delitto pur sapendolo innocente. Lumumba, infatti, è stato scagionato da tutte le accuse a suo carico.
Il gup ha scelto di non motivare il provvedimento di rinvio a giudizio, limitandosi a indicare le fonti di prova. Tra queste le testimonianze raccolte dagli inquirenti, tra cui quelle delle amiche di Meredith e le indagini svolte dalla polizia scientifica, mentre non ha ammesso la deposizione dell'albanese Hekuran Kokomani che sostenne di avere visto insieme i tre imputati. Tra domani e giovedì Micheli scioglierà poi la riserva sulla concessione degli arresti domiciliari a Raffaele e Amanda o sulla loro scarcerazione, chiesta dai rispettivi difensori. Tra 90 giorni saranno invece depositate le motivazioni della condanna per Guede, processato con il rito abbreviatoAssolto dal reato di furto, resta invece la condanna per omicidio aggravato da violenza sessuale. Rudy dovrà, inoltre, risarcire con due milioni di euro ciascuno i genitori di Mez e con un milione e mezzo i tre fratelli.
 


 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©