Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Omicidio Meredith: Amanda "Mi hanno picchiata e fatto pressione"


Omicidio Meredith: Amanda 'Mi hanno picchiata e fatto pressione'
12/06/2009, 16:06

Ha preferito non avvalersi della facoltà di non rispondere, Amanda Knox, durante il processo che si sta tenendo a Perugia. E nella sua deposizione ha dichiarato di avere mentito, quando è stata interrogata dal Pubblico Ministero, perchè lo stesso gli stava facendo una grande pressione, per costringerla ad accusare Patrick Lumumba, riconosciuto poi estraneo ai fatti. "Contro la mia volontà sono state prese delle dichiarazioni", ha precisato la ragazza americana. E poi, dietro una precisa domanda del difensore di Lumumba - costituito Parte Civile in merito all'accusa di calunnia che ha colpito la Knox - ha ammesso di essere stata picchiata, di avere ricevuto scappellotti per costringerla a confessare un delitto mai avvenuto.
Sarà interessare vedere adesso la situazione. Perchè a questo punto o devono andare sotto processo il PM e i poliziotti di quella volta, perchè quanto affermato dalla Knox costituisce una ipotesi di reato. O si aggiunge un altro reato a quelli che già gravano sul capo della Konx: calunnia aggaravata contro il PM e i poliziotti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©