Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Omicidio Meredith: Lumumba "Continuo ad essere umiliato"


Omicidio Meredith: Lumumba 'Continuo ad essere umiliato'
20/03/2009, 10:03

"L'umiliazione nei miei confronti continua. Ci sono tanti giornalisti qui che vengono da piu' di 80 paesi del mondo. Se c'e' un australiano qui vuol dire che fino a li' sono arrivato come un mostro". Lo ha detto il musicista congolese, Patric Lumumba Diya ai giornalisti prima di entrare in tribunale a Perugia, dove sta per iniziare l'udienza per il procedimento che vede imputati Amanda Knox e Raffaele Sollecito per il delitto di Meredith Kercher. Lumumba parla a proposito della decisione della Corte D'Appello di Perugia che ha stabilito il risarcimento in 8 mila euro per la sua ingiusta dentenzione, arrestato il 6 novembre del 2007 nell'ambito delle indagini sull'omicidio della studentessa inglese, Lumumba rimase in carcere 14 giorni per poi essere scagionato e prosciolto da ogni accusa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©