Omicidio Pamela. I Pm puntano il dito sui tre nigeriani - JulieNews - 1

Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma le prove sono estremamente deboli

Omicidio Pamela. I Pm puntano il dito sui tre nigeriani


Omicidio Pamela. I Pm puntano il dito sui tre nigeriani
12/02/2018, 09:24

MACERATA - A quanto pare la Procura di Macerata si è convinta che Pamela Mastropiero sia stata uccisa da Innocent Oshegale, Lucky Desmond e Awelima Lucky, i tre nigeriani fermati per questo reato. Secondo la loro ricostruzione, i tre hanno tentato di stuprare Pamela, che avrebbe reagito. Per questo l'hanno prima strangolata e poi le hanno sferrato due coltellate al fegato. Dopo di che l'hanno fatta a pezzi e Oshegale ha tentato di disfarsi del corpo nascosto in due valigie. 

Le prove sarebbero innanzitutto nei cellulari dei tre. Che si sarebbero scambiate diverse telefonate nella mattinata del 30 gennaio, il giorno della morte di Pamela. Ma poi dalle 12 alle 18 più niente. Ed è in quel lasso di tempo che Pamela sarebbe stata uccisa e fatta a pezzi. Una tesi che sarebe confermata dalla presenza delle impronte di Desmond e Lucky nella casa di Oshegele. Resta da spiegare come abbiano fatto a fare a pezzi con precisione e cura il corpo della ragazza, senza che risulti alcuna esperienza dei tre in questo senso, e in metà tempo rispetto a quanto stabilito dall'anatomopatologo. Il tutto in attesa degli esami istologici e tossicologici fatti sul corpo della ragazza, che ancora non sono disponibili. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©