Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Le dichiarazioni di Pelosi risollevano dubbi mai sopiti

Omicidio Pasolini, a un passo dalla riapertura delle indagini


Omicidio Pasolini, a un passo dalla riapertura delle indagini
01/04/2009, 22:04

La procura capitolina potrebbe decidere di aprire una nuova inchiesta sull’omicidio di Pier Paolo Pasolini, ucciso a Roma nel 1975. L’incarico di esaminare l’istanza, presentata lo scorso 27 marzo dall’avvocato Stefano Maccioni, coordinatore nazionale di Giustizia per i Diritti, e dalla collega criminologa Simona Ruffini, è stato affidato alla pm Diana De Martino.
L’ipotesi di apertura di nuove indagini nasce dalle dichiarazioni di Pino Pelosi, ufficialmente assassino di Pasolini, riprese nel libro “Profondo nero”, che lo scorso 12 settembre si discolpò dall’omicidio fornendo nuovi elementi.

Nell’istanza, inoltre, si chiede alla procura romana di riprendere le indagini del pm di Pavia Vincenzo Calia sulla vicenda di Enrico Mattei, l’uomo d’affari misteriosamente morto nel 1962 e di cui Pasolini si sarebbe occupato nel suo ultimo lavoro, “Petrolio”. Dopo aver esaminato l’istanza, la pm De Martino potrebbe decidere di chiedere al gip di avviare un’inchiesta.

 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©