Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si aggrava la posizione del caporal maggiore

Omicidio Rea, Ludovica: “Parolisi stava per lasciare Melania”


Omicidio Rea, Ludovica: “Parolisi stava per lasciare Melania”
24/02/2012, 11:02

TERAMO – Non si può ancora dire di avere certezze assolute su chi sia stato l’autore dell’uccisione di Melania Rea, ma di sicuro la posizione di Salvatore Parolisi sembra aggravarsi di giorno in giorno, interrogatorio dopo interrogatorio. Le ultime notizie sulla morte di Melania Rea riguardano la diffusione della registrazione dell’interrogatorio dell’amante di Salvatore Parolisi. Si tratta di Ludovica Perrone, le cui parole vanno a peggiorare la posizione del caporal maggiore, marito della donna uccisa, e vanno a consolidare il movente del delitto attualmente ipotizzato: quello sessuale.
L’ex recluta, che inizialmente aveva parlato solo di un piccolo flirt con il caporal maggiore, ha raccontato come in realtà Salvatore Parolisi, nel periodo in cui è stata uccisa Melania Rea, aveva intenzione di lasciare la moglie per stare proprio con la sua amante. Secondo la Perrone, che ha parlato durante un interrogatorio durato ben otto ore, le intenzioni di Parolisi erano piuttosto chiare: l’uomo aveva deciso di lasciare la moglie, nonostante avessero una bambina nata da nemmeno un anno. Melania Rea era a conoscenza di alcuni flirt del marito, ma era fin troppo innamorata di lui, accettando anche queste grandi umiliazioni. Dall’interrogatorio dell’amante di Salvatore Parolisi si capisce ancor di più come l’uomo avesse un movente per uccidere Melania Rea.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©