Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L?atto dovuto a causa del trasferimento degli atti

Omicidio Rea: secondo mandato d'arresto per Parolisi


Omicidio Rea: secondo mandato d'arresto per Parolisi
28/07/2011, 19:07

TERAMO - Anche la Procura di Teramo ha emesso un mandato di custodia cautelare in carcere contro Salvatore Parolisi, accusato dell'omicidio della moglie Melania Rea, alla fine del mese di aprile scorso. SI è trattato di un atto dovuto, in conseguenza degli sviluppi delle indagini. Infatti finora della vicenda si era ocupata la Pocura di Ascoli Piceno, nel cui comprensorio ricadeva il luogo dove era avvennuto il ritrovamento del corpo. Ma le indagini hanno dimostrato che l'omicidio è avvenuto nel territorio della Procura di Teramo, quindi il fascicolo è stato trasferito per competenza. E, come prevede il Codice di Procedura Penale, entro 20 giorni la Procura deve decidere se reiterare - come è stato fatto - l'ordinanza di custodia cautelare. E, leggendo le motivazioni del provvedimento, si vede che anche alla Procura di Teramo concordano con quella di Ascoli Piceno, perchè le motivazioni sono speculari al provvedimento già emesso. Ora toccherà al Gip decidere se convalidare o meno l'ordinanza di custodia cautelare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©