Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le due donne si sono avvalse della facoltà di non rispondere

Omicidio Scazzi: Cosima e Sabrina non rispondono al giudice


Omicidio Scazzi: Cosima e Sabrina non rispondono al giudice
30/05/2011, 11:05

TARANTO - Scena muta, per Cosima Serrani e Sabrina Misseri, nell'interrogatorio di garanzia in carcere di oggi. SIa la madre che la figlia si sono avvalse della facoltà di non rispondere alle domande del gup. L'interrogatorio è motivato dai nuovi mandati di arresto che le hanno colpite, in relazione all'omicidio di Sara Scazzi.
Infatti, la nuova ricostruzione fatta dalla Procura vede uno scenario sensibilmente diverso da quello iniziale. CIoè vede Sara che entra in casa, dove ha un diverbio con Sabrina, che la aggredisce e la uccide, con l'aiuto della madre Cosima e quanto meno con lei che assiste senza intervenire. Dopo di che entrambe hanno portato il cadavere della quindicenne in cantina, e hanno dato a Michele Misseri l'incarico di far sparire il cadavere. Cosa che lui avrebbe fatto buttandolo nel pozzo.
Proprio per questo ruolo, Cosima è indagata per concorso in omicidio e in distruzione di cadavere.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©