Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Stavo dormendo con Sabrina, mentre Michele era giù"

Omicidio Scazzi: Cosima grida la propria innocenza


Omicidio Scazzi: Cosima grida la propria innocenza
24/10/2011, 15:10

TARANTO - Nuova udienza davanti al Gup per il processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, che vede imputate la cugina Sabrina e la zia di Sarah e madre di Sabrina, Cosima. Una udienza dedicata alle dichiarazioni spontanee di quest'ultima. Che ha rinnovato la sua dichiarazione di innocenza, sostenendo di essere tornata a casa alle 13,30, di aver mangiato, di essersi rinfrescata e poi di essersi stesa sul letto matrimoniale, dove già stava riposando la figlia. Invece Michele Misseri, il marito, era giù. Poi Cosima ha detto di essersi svegliata solo quando Sabrina si è alzata e se ne è andata dicendo che andava al mare. Poi si è riaddormentata e si è svegliata definitivamente solo quando la figlia le ha detto che Sarah era scomparsa e che avevano avvisato i Carabinieri di ciò.
Il tutto è durato circa mezz'ora. Ora bisogna vedere cosa deciderà di fare il Gup, a fronte della richiesta di rinvio a giudizio per le due donne.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©